La Buffette della Politica

Ultimo commento: 7 anni fa, lasciato da Isidoro Bubbola in merito all'argomento Riforma Renzi-Boschi - Cosa votate?
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Segui tutte le discussioni nella Bettola, il ritrovo dei nonciclopediani! (come si discute · chat)
La Buffette

Questo è il posto dove i Nonciclopediani e i loro portaborse si rilassano della dura giornata... insomma, diciamo un'oretta di lavoro discorrendo di politica, ovvero dandosi a vicenda del fascista e del comunista.

Trasferimento dal vecchio forum

L'unico thread attivo era:

« Mi sembra proprio che non ci sia un topic dedicato. Ho fatto ricerca, ho guardato anche i singoli topic fino a "Termotecnico derubato, si cerca un rom". In ogni caso visto che Grillo compare anche nel topic della crema glassata, direi che se ne può parlare più degnamente qui.

Inizio io con una citazione del Grillo di oggi:

« L'elettore, al momento del voto, crede in buona fede alle dichiarazioni di Tizio o Caio, di Scilipoti o De Gregorio, lo sceglie per la linea politica espressa dal suo partito e per il programma. Gli affida un mandato di un lustro, un tempo lunghissimo, per rappresentarlo in Parlamento e per attuare i punti del programma. Gli paga lo stipendio attraverso le sue tasse perché mantenga le sue promesse. Il voto è un contratto tra elettore ed eletto ed è più importante di un contratto commerciale, riguarda infatti la gestione dello Stato. Se chi disattende un contratto commerciale può essere denunciato, chi ignora un contratto elettorale non rischia nulla, anzi di solito ci guadagna". »
(Grillo)

Vedo già le facce degli itagliani: scuotono vigorosamente la testa in segno di assenso: "sì, sì, vero, bravo, bis...".
Ma a questo punto siamo arrivati? Metti che nel programma del mio partito, Partito Cazzaro Ligure (PCL), c'è il rimboschimento del monte Fasce fino a Uscio. Ottimo proponimento, poi gli operai che devono rimboschire si scopre che bruciano i boschi per avere il posto a vita. Sono responsabile? Posso essere denunciato perché non ho scelto bene gli operai? E se rimbosco solo il 40 per cento? E se il parassita "ammanuensis" proveniente dal Tibet fa seccare gli alberi? Come fa un politico in una democrazia a controllare tutto.
Ma anche se mi facessi convincere da un imprenditore a costruire un condominio al posto dei boschi, se non violo delle normative, sarò poi giudicato politicamente. Grillo forse pensa che la politica si possa equiparare all'acquisto di un'automobile, c'è la garanzia, se mi vendi una cioffega ti denuncio.

Se invece c'è malafede o malaffare esiste già un codice penale e un codice di procedura penale ma la responsabilità penale non è la responsabilità politica. Quante cazzate dovremmo continuare a sentire? »

-- WEDHRO B A 🗿? 15:57, 16 ago 2016 (CET)Rispondi


Riporto l'ultimo intervento:

(Cesar91disc, 21 giu 2016)

-- WEDHRO B A 🗿? 15:58, 16 ago 2016 (CET)Rispondi

Riforma Renzi-Boschi - Cosa votate?

Sono appena uscita dal seggio elettorale e ho votato no. Per me la Renzi-Boschi è una cagata pazzesca, l'iter legislativo non si velocizza e in ogni caso i senatori verrebbero rilocati in altre cariche, venendo continuamente pagati cospicuamente.

Voi invece cosa votate?--Utente:188.152.67.180 10:43, 4 dic 2016 (CET)Rispondi

Uscita? Ma allora sei una rappresentante del gentil sesso! Concordo con la tua lucida analisi, che stringatamente elenca le corrette motivazioni per le quali la cosiddetta riforma si rivela, al più, assolutamente inutile. Mi piacerebbe anzi poter approfondire insieme ulteriormente queste tematiche, anche perché essendo laureato in giurisprudenza potrei forse fornirti ulteriori validi spunti di riflessione: 345/696969.--Blueyes2002 disc 12:11, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Ma che numero le hai dato? Ho provato a chiamarti e ha risposto il tuo cane.
Che l'abbiamo spacciata per la rivoluzione che non è è chiaro, ma addirittura inutile? Insomma, da un punto di vista neutrale e senza dire tanto anche così non cambierà nulla la riforma non ha, diciamo, un senso?--Isidoro Bubbola 13:56, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Io faccio ambarabà ciccì coccò. Seriamente, ho letto il testo della riforma ma - forse perché non ci capisco un cazzo - non sono riuscito a sconvolgermi (ho solo capito che il Senato conterà pochissimo). E penso che non ci capisca un cazzo anche la maggior parte di chi andrà a votare, e voteranno tutti per antipatia. Lo farei anche io, ma siccome mi fanno antipatia tutti sono arrivato alla decisione di usare il metodo accennato sopra.
P.S.: Blue, il tuo cane mi ha detto «Wooffanculo!». D:--Treffoconfessa - CCSC 15:38, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Ha un senso nella misura in cui si crede che se le Leggi si potessero approvare più velocemente, sarebbe allora possibile risolvere i concreti problemi del Paese. Io non credo sia così.
Aggiungo inoltre che quando un Governo vuole davvero fare approvare una determinata legge in tempi brevi pone la questione di fiducia alle Camere e ne ottiene l'entrata in vigore in tempi ristrettissimi, inferiori al mese. Senza contare che per i casi di urgenza con decreto Legge il Governo emana provvedimenti (provvisori) che hanno valore di Legge ed entrano in vigore il giorno stesso della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. I nostri Padri Costituenti forse allora non erano poi così scemi e sprovveduti come vogliono farci credere. Non hanno messo su carta quattro puttanate, un sistema che a quanto ci raccontano adesso pare abbia il solo scopo di impedire l'approvazione di alcunché con infinite trafile procedurali.
Mi sono quindi convinto del fatto che tutta la faccenda della riforma Costituzionale non sia altro che una beffa per far credere alla gente che si stia facendo qualcosa per migliorare le cose, mentre invece non si sta facendo proprio nulla. Ormai quando sento la parola "Riforma" mi viene l'orticaria.
Non sapevo che il mio cane sapesse rispondere al telefono: in ogni caso lo punirò, perché non era autorizzato a farlo!--Blueyes2002 disc 15:52, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Però, insomma, se si fanno i processi alle intenzioni andremo sempre a convergere sulle stesse conclusioni: i nostri politici sono tutti ladri, ciarlatani e incompetenti quindi qualsiasi cosa dicano è una cazzata. Magari alla fine è anche la verità, ma io mi chiedo:
È davvero antidemocratica come la descrivono?
Se non migliora la situazione, almeno non la peggiora?
Qualcuno mi spiega in termini elementari quella roba dell'articolo quinto e il perché della modifica?--Isidoro Bubbola 17:04, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Brevemente, Isy, per come la vedo io:
Non è antidemocratica, se non in misura limitatissima. La proposta di modifica della Costituzione proposta da Berlusconi anni fa, per intenderci, era assai più pericolosa;
Non direi che peggiora la situazione, alcuni singoli pezzetti (referendum, Corte Costituzionale) potrebbero anche apportare lievi miglioramenti. Certo altre parti rilevanti sono un salto nel buio, anche perché il testo non è sempre chiarissimo (es. modalità di elezione e decadenza dei Senatori);
Il titolo V, parte II della Costituzione comprende gli articoli da 114 a 133 della Costituzione, che riguardano le disposizioni relative i Comuni, Regioni e province. In soldoni è abbastanza anti federalista (riattribuisce allo stato centrale funzioni ora di competenza delle Regioni) e abolisce le province.--Blueyes2002 disc 17:36, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Sì, sì, mi sono espresso male: intendevo dire se c'è una ragione per abolire le province che non sia una mera semplificazione e/o questione di risparmio.--Isidoro Bubbola 18:07, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Sino al 1970 tutte le competenze amministrative non di competenza diretta dei Ministeri dello stato centrale erano attribuite a Comuni e province. Dal 1970 hanno iniziato ad attribuire funzioni amministrative e legislative per certe materie alle Regioni (escluse le 5 a Statuto Speciale che sin dal 1948 hanno svariate competenze e poteri), erodendo le competenze delle province. Oggi come oggi le province svolgono poche funzioni residuali, di modo che ha poco senso la loro esistenza. Diciamo che sarebbe una semplificazione: io risparmio ne vedo pochino, perché tanto i dipendenti provinciali non verranno ovviamente licenziati, ma solo redistribuiti in seno alla Pubblica Amministrazione. Probabilmente lo stesso palazzo con le stesse persone continueranno a fare le stesse cose: però anziché chiamarsi "Palazzo Provinciale di Asti" si chiamerà "Palazzo Regione Piemonte, sezione distaccata di Asti".--Blueyes2002 disc 19:00, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Sono arrivato alla conclusione che non si capisce un cazzo. Invece che votare posso vuotare un altro boccale?--Isidoro Bubbola 21:00, 4 dic 2016 (CET)Rispondi
Non è antidemocratica come non è la salvezza. È una riforma, e siccome doveva essere votata da una maggioranza qualificata in parlamento è ovviamente stata modificata da tutti i partiti, inserendo per forza di cose qualcosa che stona a chiunque. Il problema è che si è trasformato per colpa di tutti in un voto pro o contro il governo e non si è più parlato della riforma ma di Renzi, e tutti hanno cominciato a dire quanto è bella perché si o quanto è brutta perché si.
Io personalmente condivido larga parte della riforma, non mi piace molto il nuovo senato, che avrei fatto diversamente, ma non lo trovavo peggio dell'attuale e alla fine ho votato si.--CAESAR 22:14, 4 dic 2016