Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo - Il ladro di fulmini (film)

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia liberamente ispirata all'Osservatore Romano.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca


Ringraziamo Chi l'ha visto per averci aiutato a ritrovarlo.
« Noi siamo un trìo, allegri e pieni di brio! »
(Ron, Hermione ed Harry! Percy, Annabeth, Grover.)
« Eeeeeeeeeeh!!! Heeeeerry Pootteeeeeer!!! »
(Un pupo, guardando il poster del film)
« Dov'era Xena? »
(Un fanboy deluso, uscendo dalla sala)
« Trama del libro da seguire? Non esiste una cosa simile! »
(L'astuto regista, che la sera prima dell' inizio delle riprese si è pulito il culo con le pagine del libro)


Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo è un film basato sui miti dell'antica Grecia ed è ispirato al libro intitolato Il ladro di fulmini (in inglisce O napoletano fulminaro).

Trama

L'Olimpo Empire State Building, la dimora degli Dei.

Percy Jackson è un giovane ragazzo americano maltrattato dalla vita e dal grasso genitore adottivo. L'unica sua consolazione è l'apnea (difatti sta sott'acqua senza respirare anche per quaranta minuti) e l'unico suo amico è lo zoppo Grover Underwood, che lo tratta come un essere normale. Percy va pure male a scuola ed è praticamente analfabeta.

Un giorno, durante una visita al museo, vede la supplente che cammina sul soffitto e si trasforma in un mostro orripilante. Colpa della riforma della scuola, probabilmente. Accusato a destra e a manca di aver rubato non-si-capisce-cosa a non-si-sa-chi, Percy scopre che:

  • è un semidio, che è altamente sconsigliato nello stato americano e proibito in tutti i Paesi immaginari;
  • suo padre è Poseidone e quindi lui non è figlio di nessuno ma è figlio di Nettuno;
  • a scuola non riesce a leggere l'inglese perché il suo cervello è pre-settato sul greco antico[1];
  • è il capro espiatorio mondiale per il furto di un'arma segreta[2] che può distruggere il mondo;
  • deve partire per non-si-sa-dove;
  • Grover ha le zampette di capra.

Tutto è finalmente chiaro.

Senza farsi problemi mentali per questa cascata di rivelazioni sconvolgenti[citazione necessaria], il giovane Percy (ora ribattezzato, all'americana, Περσεύς) si mette in marcia con l'amico caprino e la mamma, che sfortunatamente viene rapita dai mostri un attimo prima di entrare nell'Area 51. Qui giunto, Percy incontra Luke[3], il quale gli indica dove si trovano le tre perle rubate al mago Casanova e lo Stargate che conduce agli Inferi e come incentivo gli dona una Red Bull.

Tra i guerrieri che abitano l'Area 51 c'è Annabeth, una deliziosa signorina con cui è preferibile non avere a che fare, a meno che non vogliate ritrovarvi la testa nel culo, che si offre di aiutarlo a trovare la dannata folgore causa di tutti i suoi guai.
Il trio parte per l'avventura e, dovo varie peripezie e un rilassante viaggetto negli inferi[4] riescono a recuperare l'arma e a riconsegnarla a Zeus.
Che trama avvincente.
Peccato che il regista abbia tratto il film dal riassunto della copertina, invece di aprire il libro...

I buchi nella trama

Jimi Hndrix Ade, da notare lo stile da metallaro.

In generale ogni singola sequenza ha un senso, vuoi per gli effetti speciali, vuoi per i dialoghi, o per l'azione in sé, e si lascia guardare con un certo piacere. Ma non appena lo spettatore comincia a collegare una sequenza con quella precedenti... PATATRAAAC!!!
Gli dei, notoriamente onniscienti o quantomeno onniveggenti, sospettano del primo poveraccio che non c'entra niente e solo alla fine capiscono che Percy non è il colpevole ed è stato incastrato. Ma solo perché lo rivela lui.

Quindi, ricapitolando, la domanda che ci si pone all'inizio del film è:

« Ma perché diamine tutti quanti sono convinti che Percy sia il colpevole? »

E la domanda che ci si pone alla fine del film è:

« Ma perché diamine tutti quanti erano convinti che Percy fosse il colpevole? »

Analogie con il maghetto fulminato

Se anche voi guardando questo film avete immediatamente pensato a Harry Potter, ecco a voi tutte le cose che li accomuna:

Harry Potter Percy mentre mostra un marchio nero sul braccio. Dovrebbe essere un tridente ma il serpente gli dona di più.
  • L'orfano di turno non conobbe suo padre. Il suo grande e potente padre;
  • esiste un mondo favoloso abitato da esseri immaginari, al di là di questa schifezza quotidiana: il mondo magico degli déi.
  • Il potere del trio! Due uomini e una donna!
  • C'è sempre un biondino perfido pronto a rompere le balle;
  • viene intrapresa una caccia ai magici oggetti: che siano horcrux, perle magiche, cercoteri, pirulazi o qualunque parola strampalata venga in mente;
  • il nemico misterioso: chi è? Cosa vuole? È superpotente? È anche un po' pirla?
  • Nel poster del suo film, il maghetto ha una cicatrice a forma di fulmine, invece Percy il semi-dio ha direttamente il fulmine;
  • il protagonista sfoggia un bel marchio in una parte visibile del corpo.
  • ci sono due gemelli rompipalle che fanno scherzi
  • nel quarto libro di Harrahhh Pottahhh è presente un labirinto come nel quarto libro di Perry L'ornitorinco Jackson

Differenze con la mitologia classica

Per cominciare, il film si svolge in America e non in Grecia che, come molti sanno, si trova nel Mediterraneo.
Così vediamo l'America piena di déi dell'Olimpo, senza traccia degli dei dell'America: Quetzalcoatl, Tezcatlipoca, Chalciuhtlicue, Mxyzptlk e altre divinità maya e azteche dai nomi lunghissimi e impronunciabili, completamente differenti dai brevissimi nomi degli Olimpici. Inoltre:

  • Medusa, non era stata uccisa da Perseo? Chi è questa, un clone?[5] Le furie non erano le arpie![6]
  • Viceversa l'Idra di Lerna non dà questi problemi di esistenza, dato che una delle teste era immortale, perciò ad Hollywood l'hanno recuperata un sacco di volte.
  • Ade era il più tranquillo dei tre grandi déi, tant'è che erano riusciti ad assegnargli il regno più deprimente. Il diavolo viene da un'altra religione. Questo qui in particolare viene da Fantasia.
  • Sulla porta dell'Ade c'era scritto - Guai a voi, anime prave! - ci dovrebbe essere scritto :- Lasciate ogni speranza o voi che entrate ecc...-[7]

Voci decisamente correlate

  • "Scontro tra titani": Non appena una settimana dopo al cinema è uscito anche questo film. Il protagonista si chiama Perseo (anche lui!), semidio trascurato, salva il mondo, c'è Medusa, ha un guardiano, il cattivo è Ade![8] Ma a Hollywood fanno girare sempre gli stessi copioni?[9]
  • "Maciste all'inferno" (1925): proprio come in questo film, c'è Plutone-Ade, c'è la bella infedele Proserpina, c'è lo scontro di civiltà (Plutone contro il diavolo! Chi regnerà sugl'inferi? Guardatevi il film!) In più, c'è Maciste che mena tutti. Il mito.
  • "Malpertuis", di Jean Ray (1943). Gli déi dell'Olimpo ai giorni nostri sono vecchiardi confinati all'ospizio ACME per poveracci e non hanno più quasi nulla dei loro poteri. Quasi. Il libro narra le disavventure di Jan, il loro badante. (Nel 1971 è stato fatto il film, con Orson Welles - proprio lui! - nei panni di Cassavius, lo stregone malvagius! e Susan Hampshire nei panni di tutte le belle donne della storia, cioè cinque).

Note

  1. ^ Esatto, miei cari signori. Ridiamo per non piangere.
  2. ^ Di cui non sa niente. Di cui non può sapere niente.
  3. ^ Che è uscito un attimo da Star Wars, durante una pausa pubblicitaria
  4. ^ Sicuri che non stiamo giocando a God of War?
  5. ^ Potrebbe anche essere, data la fantasia degli sceneggiatori.
  6. ^ E avevano lo stesso problema di Medusa quando andavano dal parrucchiere.
  7. ^ Ma quello è l'Inferno di Dante. Di nuovo confusione. L'Ade, oltre al cratere del Tartaro, conteneva anche i Campi Elisi, completi di idromassaggio.
  8. ^ Come nel film Disney.
  9. ^ Suppongo che sia per questo che si chiamano copioni.